| |

LA CULTURA DELLA SICUREZZA

associazione di consumatori roma



Esiste un momento in cui ciascuno di noi si ritrova ad essere PEDONE, CICLISTA o GUIDATORE. Ecco perché è importante in ogni momento RISPETTARE SE STESSI E GLI ALTRI cercando di osservare un comportamento corretto per strada. 

Perché rispettare i diritti del PEDONE, CICLISTA o GUIDATORE non è solo un’azione virtuosa che facciamo nei confronti degli altri: è un segno di rispetto e di amore verso noi stessi.

E il rispetto e l’amore devono essere insegnati ai più piccoli, insieme alle semplici regole per camminare per strada, alla segnaletica orizzontale e verticale: una maggiore sicurezza su strada si può ottenere con l’educazione al rispetto delle regole, ma soprattutto con la PREVENZIONE.

Ecco perché è necessario che l’educazione stradale cominci ad essere impartita non solo a casa dai genitori, ma anche a scuola.

Diffondere una cultura della sicurezza è fondamentale per insegnare il giusto  comportamento e prevenire modi di agire sbagliati.

È importante DIVENTARE UN ESEMPIO per i bambini e non dare messaggi contrastanti: così, per esempio, allacciamo sempre le cinture anche per brevi tratti e utilizziamo gli appositi seggiolini omologati nei nostri viaggi in auto e in bici, rispettiamo le regole della strada, non passiamo con il rosso e non parcheggiamo sui passaggi riservati ai disabili.

I bambini di oggi saranno i PEDONI, CICLISTI, GUIDATORI di domani: ecco perché abbiamo il delicato compito di educarli a muoversi nella società civile.

Le conseguenze degli incidenti ricadono sulla società, in termini sia di danni economici, sia fisici.

La strada può essere molto crudele, ma basterebbero poche accortezze per ridurre le conseguenze o evitare del tutto gli incidenti. Il pedone, il ciclista e il guidatore hanno un RUOLO ATTIVO nell’abbassare la soglia di rischio che si ha per strada ed essi devono:
- Rispettare le regole
- Rispettare i limiti di velocità
- Essere visibili il più possibile

In città la bicicletta potrebbe essere il mezzo più razionale, economico e veloce negli spostamenti a breve e medio raggio. 
Eppure poche persone – tranne in alcune città virtuose – utilizzano la bicicletta come mezzo di trasporto. Probabilmente dovrebbe esserci un maggiore impegno anche da parte delle Amministrazioni Comunali che dovrebbero adeguare la realtà quotidiana alle necessità di una società su due ruote e impegnata anche da un punto di vista ecologico-ambientale.



RITIENI QUESTA INFORMAZIONI INTERESSANTE ??? COMPILA IL FORM E SCRIVICI


*Nome:
Cognome:
*Telefono:
*Email:
*Oggetto:
*Richiesta:
* campi obbligatori
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!